8 Maggio 2024
  • 98

“Amore non significa possesso”, questa è una lezione fondamentale che spesso sfugge nei rapporti umani. La violenza, purtroppo, non si limita alla dimensione fisica; si insinua anche nei recessi dell’anima, sotto forma di abusi psicologici e emotivi. Trovare la forza di denunciare tali abusi è un atto di coraggio che merita ammirazione e sostegno.

Il coraggio di alzare la voce contro l’abuso in tutte le sue forme è un passo cruciale verso la guarigione e la protezione di se stessi e degli altri. Denunciare non è solo un dovere verso se stessi, ma anche verso la società, contribuendo a creare una cultura di responsabilità e rispetto reciproco.

La denuncia dell’abuso psicologico può essere particolarmente difficile poiché le cicatrici sono invisibili agli occhi degli altri. Tuttavia, il dolore emotivo può essere altrettanto devastante quanto quello fisico, e meritare altrettanta attenzione e supporto.

Le vittime di abusi psicologici devono sapere che non sono sole. Ci sono risorse e supporti disponibili per aiutarle a uscire da situazioni tossiche e a ricostruire le proprie vite. Organizzazioni, centri di ascolto e gruppi di supporto offrono un rifugio sicuro e un orecchio compassionevole per coloro che hanno il coraggio di chiedere aiuto.

La denuncia dell’abuso psicologico è un passo verso la guarigione e la libertà. È un’affermazione del proprio valore e della propria dignità come essere umano. Non c’è vergogna nel chiedere aiuto; al contrario, è un segno di grande forza e resilienza. Insieme, possiamo lavorare per creare un mondo in cui l’amore sia sinonimo di rispetto e non di controllo, e in cui ogni individuo possa vivere senza paura di essere violato, né fisicamente né psicologicamente. (video prodotto da Story Impact Italia)

Non perderti nessuna novità
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Con l'invio del presente modulo dichiaro di aver letto l'Informativa sulla Privacy riportata in calce e acconsento al trattamento dei dati personali da parte dell’A.S.D. Fight for your life, ai sensi dell’art. 13 D.lgs. n.196/2003 e art. 13 GDPR 2016/679